Attività

Sono passati 30 anni da quando nel lontano 1979 la Misericordia di Belpasso iniziò a muovere i primi passi  diventando sempre più ( nonostante le difficoltà riscontrate)  un punto di riferimento essenziale non solo nel paese, ma anche nei comuni vicini, sempre disponibile a portare un sorriso o una parola di conforto a chi soffre.

Questa associazione è costituita da volontari laici, qualificati e preparati  attraverso adeguati corsi di formazione, che consentono lo svolgimento di una  serie di servizi assistenziali a favore della popolazione rigorosamente non a scopo di lucro .

Attualmente  è costituita da una trentina  di volontari per lo più giovani (alcuni un pò meno) spinti  dal  voler donare volontariamente e gratuitamente  il loro tempo disponibile  a chi ne ha di bisogno, senza ricevere (o aspettare) alcuna ricompensa se non la felicità e la soddisfazione di sentirsi resi utili agli altri…prendendo esempio da una frase pronunciata dall’indimenticabile papa Giovanni Paolo II  “ non c’è opera più bella e più grande del rendersi utile agli altri per amore ”. Infatti tutti i volontari, a turnazione, si impegnano a garantire disponibilità per l’intera giornata.

Oggi le tipologie di servizi offerti dalla Misericordia sono molteplici soprattutto negli ultimi anni sono notevolmente cresciuti sia numericamente che qualitativamente.

Le principali attività che la nostra associazione svolge sono:

Trasporti sanitari  ordinari in funzione 24 ore su 24 di infermi dalle abitazioni verso ospedali e cliniche , e viceversa, o trasferimenti da ospedale a ospedale ;

Trasporti sanitari per persone con handicap;

Assistenza nel fine settimina ai visitatori del centro commerciale Etnapolis;

Assistenza alla popolazione nei mesi estivi per l’emergenza caldo;

Esercitazioni nelle varie scuole di Protezione civile;

Affiancamento 118 ;

Presenza e assistenza anche alle maggiori manifestazioni sportive (come tornei di pugilato, partite di calcio, motoraduno e così via) e manifestazioni religiose (come la festa di Santa Lucia; il pellegrinaggio, ogni primo del mese, al Santuario Madonna della Roccia ecc…)

Assistenza per bonifica di ordigni bellici su richiesta delle Prefettura;

…….e in ogni caso ogni qualvolta che il servizio viene richiesto.

Cercando di individuare i crescenti bisogni sono stati attivati servizi che vanno al di là dei trasporti con le ambulanze. Infatti la Misericordia  :

 

Si occupa del Banco alimentare che è associato  con la fondazione Banco Alimentare  Onlus dalla quale riceve ogni mese i prodotti Agea, e una volta, o due volte, al mese ( di solito il primo giovedì dopo il 15 del mese) la Misericordia distribuisce  generi alimentari di prima necessità per circa 60 famiglie indigenti  del territorio;

 

Si occupa della raccolta di indumenti usati  (lenzuoli, scarpe, coperte, vestiti ecc.)e una volta alla settimana, in sede,  viene effettuata la distribuzione alle famiglie in difficoltà, senza nessuna discriminazione di fede politica, religiosa o di razza;

partecipa al progetto internazionale “Amici senza frontiere ”. Attraverso questa iniziativa essa sceglie di accogliere nei mesi estivi circa 10 – 15 bambini bielorussi ( di età compresa tra gli 8 e i 15 anni) provenienti dalla zone contaminate dalle radiazioni radioattive causate dal disastro di Chernobyl. Questi bambini vengono accolti in delle famiglie che ne fanno richiesta e  sarà per loro un periodo di vacanza terapeutica sia per il loro corpo ma anche per il loro spirito perché incontreranno valori come l’accoglienza, la fraternità, l’amore e l’Amicizia che li aiuteranno a lottare e a sperare in un futuro migliore.

 

Alla Misericordia si appoggia anche il gruppo Fratres che si occupa della raccolta sangue organizzando delle giornate di vera raccolta in collaborazione con i Centri Trasfusionali.

 

Inoltre annualmente, la Misericordia organizza dei corsi  di base di Primo Soccorso tenuti da personale medico, tra i quali cardiologi, medici generici, ginecologi, chirurghi ecc..

L’obiettivo è quello di mettere a conoscenza la popolazione sugli interventi di primo soccorso e di rianimazione, senza uso di farmaci specifici, ma utilizzando quanto si ha portata di mano.

 

Tale iniziativa mira anche a fare conoscere il mondo del volontariato e invogliare quante più persone possibile a dedicare una piccola parte del loro tempo al prossimo perché con il piccolo contributo di tutti  si possono costruire grandi cose.

 Di Antonietta Scuderi

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Nome *
Email *
Sito web